Corso triennale di Formazione Base in Omeopatia: I anno, II e III anno

Nel Maggio 2002 la FNOMCeO(Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri) e in seguito la FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani) ha riconosciuto che l’esercizio dell’omeopatia, al pari di altre importanti medicine non convenzionali, “è da ritenersi a tutti gli effetti atto medico”. Tale affermazione da un lato segna la fine dell’isolamento ufficiale della medicina omeopatica in Italia, dall’altro impone nuovi livelli nella formazione e nell’accreditamento degli omeopati.

I pazienti e chiunque desideri essere protagonista della propria salute, anche attraverso terapie alternative, chiedono :

– cure omeopatiche efficaci;

– un rapporto medico-paziente rispettoso e attento alla totalità della persona;

– medici omeopati competenti capaci di dialogare e confrontarsi con i medici delle unità sanitarie.

 

La scientificità ed il rigore sono i criteri che guidano la nostra Scuola nell’impostazione della didattica. L’insegnamento dell’omeopatia è basato sui dettami della Evidence Based Homeopathy: ogni affermazione è frutto dell’integrazione fra l’esperienza clinica consolidata di omeopati esperti, la ricerca scientifica omeopatica e la letteratura stessa.

Date, orari e sede

24-25 ottobre 2009; 14-15 novembre; 12-13 dicembre; 9-10 gennaio 2010; 6-7 febbraio; 6-7 marzo; 16-17-18 aprile; 15-16 maggio 2010.
sabato: 09.00 -13,00 - 14.00 -19.30
domenica : 09.00 -13,00
Venerdì 16 APRILE 2010 : 14.00 -19.30

Requisiti, a chi è rivolto?

I corsi sono rivolti a medici, veterinari, farmacisti (anche studenti degli ultimi 2 anni di queste facoltà), odontoiatri, ostetriche.

Quote, modalità e documentazione per l'iscrizione

Iscrizione entro il 21 Ottobre 2009

€ 1.700,00 annuale :
1° rata € 850,00 da versarsi entro il 25/10/2009;
2° rata € 850,00 da versarsi entro il 7/02/2010.

Dettaglio del corso

Obiettivi didattici annuali:

Imparare la medicina omeopatica richiede una grande chiarezza su cosa insegnare e cosa imparare. E’ quindi essenziale fissare degli obiettivi didattici che, una volta raggiunti, permettano all’allievo la pratica dell’omeopatia. E’ anche essenziale fissare i metodi per raggiungere questi obiettivi. Ecco gli obiettivi divisi per anno:

1° ANNO

Studio sistematico dei principi teorici su cui si basa l’Omeopatia; studio del repertorio di Kent / Synthesis e della Materia Medica; conoscenza dei diversi livelli di intervento; studio, valutazione e prescrizione nello stato acuto. Esercitazioni pratiche consistenti in: discussione di gruppo sulle anamnesi dei pazienti presentati dagli allievi (obbligatorie), analisi delle difficoltà specifiche incontrate da ogni allievo (Role Play).
Obiettivo primario del primo anno: saper  scegliere i sintomi omeopatici caratteristici e specifici per  un’anamnesi ed una prescrizione coerente.

2° ANNO

Approfondimento del Repertorio e della Materia Medica; clinica e metodologia omeopatica; uso del rimedio (osservazioni prognostiche, scelta della potenza, seconda  prescrizione e  successive); esame di casi clinici. Strategie  terapeutiche nei casi cronici. Esercitazioni pratiche e discussione collettiva nei casi clinici presentati dagli allievi (obbligatori) e nei casi clinici complessi portati dai docenti  (case analysis).

Obiettivo del secondo anno: saper  motivare la scelta dei sintomi, la loro gerarchizzazione e saper scegliere il rimedio omeopatico.

3° ANNO

Prescrizione; scelta della potenza e della ripetizione del medicinale; diagnosi differenziale dei diversi medicinali; prognosi della prima prescrizione; follow-up e prescrizioni seguenti. Esercitazioni pratiche consistenti in: discussione e supervisione di casi clinici presentati dagli allievi (obbligatori) e casi clinici dal vivo presentati dagli allievi.

Obiettivo primario del terzo anno : saper affrontare un caso clinico in toto.

METODOLOGIA

La metodologia omeopatica costituisce il “cuore” dell’insegnamento dell’omeopatia. Si occupa delle osservazioni sperimentali cliniche che hanno originato i principi dell’omeopatia, e dell’applicazione nella clinica di tali principi. A livello didattico, nelle lezioni dei tre anni di corso, i concetti saranno esposti facendo riferimento ai paragrafi dell’Organon, a passi delle Malattie Croniche e delle Lectures on homeopathic philosophy di Kent.

 

1° anno 

Il simile dalla preistoria ad Hahnemann. Hahnemann e i suoi tempi. Dalle fonti (Organon e Lezioni del Kent ): La forza vitale e la malattia. Lo stato di salute, la guarigione e la guarigione ideale. La visita omeopatica: il Medico osservatore imparziale, il quadro della malattia. Scelta e azione del rimedio omeopatico. Reazione al rimedio: guarigione, aggravamento omeopatico, peggioramento, ripetizione del rimedio.

 

2° anno

 

La forza vitale e i tre livelli dell’essere umano: leggi e principi di malattia e guarigione. Interrogatorio omeopatico. Suscettibilità e protezione dalla malattia . Il valore dei sintomi, quadro di malattia, diagnosi di livello di malattia, scelta del rimedio. Modo di somministrare i rimedi, bagni, massaggi e altri mezzi curativi. Reazione al rimedio, successiva prescrizione e prognosi: aggravamento omeopatico, leggi di  Hering, ritorno dei “vecchi” sintomi.

 

 

3° anno

Studio dell’Organon: concetto di malato, di guarigione e missione del medico. Studio delle malattie croniche. Studio delle lezioni di Kent: concetto di malattia, ruolo del medico e ruolo del paziente. Ostacoli alla guarigione :  meccanici; chimici; miasmatici, emozionali; mentali. Malattia acuta e cronica. Malattie croniche e concetto di Miasma. Miasmi. Forza vitale. Legge dei simili. II Prescrizione. Ricerca Simillimum. Reazione al rimedio prima dell’aggravamento. Aggravamento omeopatico. Ripetizione del Rimedio.

In particolare:

Organon di S. Hahnemann (par. 162…184)

Malattie defettive : scelta del rimedio più  appropriato
Successione dei rimedi in acuto quando il quadro clinico cambia

Malattie monosintomatiche

Azione terapeutica del similare
Un nuovo modello di salute e malattia di G. Vithoulkas :

Cap.9 – Stimolo o informazione

Cap.10 – Saturazione
Cap.12 – Interpretazione del modello di energia universale

Cap.14 – Le predisposizioni
Cap.15 – Il sistema di difesa

Cap.16 – Il concetto di rigenerazione-degenerazione
Cap.17 – La direzione del disordine
Lezioni di filosofia omeopatica di Kent :

lezione 18  e 19: La Psora

lezione 20: La Sifilide
lezione 21: La Sicosi

lezione 36: La Seconda Prescrizione

 

CLINICA OMEOPATICA UMANA

La clinica omeopatica, offre moltissime osservazioni pratiche che da un lato arricchiscono la metodologia, e dall’altro possono essere comprese ed affrontate solo utilizzando i principi della metodologia omeopatica stessa.

Le lezioni sono pratiche. Fin dalla seconda parte del 1° anno di corso gli allievi potranno contribuire attivamente alle lezioni. I partecipanti saranno invitati a presentare casi clinici, oppure potranno assistere a casi in video e dal vivo. L’obiettivo sarà quello di raggiungere la corretta prescrizione attraverso l’osservazione dell’azione del rimedio e dell’analisi del follow up.

 

 

CLINICA OMEOPATICA VETERINARIA

Le lezioni di clinica veterinaria offrono un filo diretto con la pratica clinica di tutti i giorni sia negli animali d’affezione, sia negli animali da reddito. Le lezioni tematiche hanno lo scopo di affrontare le più comuni patologie che si riscontrano negli animali, fornendo indicazioni utili per la presa del caso, la scelta dei sintomi omeopatici, la repertorizzazione e la scelta del rimedio, nell’applicazione della miglior metodologia per il caso acuto e cronico.

L’obiettivo è quello di inserire un percorso ‘specialistico’ per veterinari all’interno del corso di omeopatia di base e di dare agli studenti le capacità di gestire un caso clinico nella sua totalità.

 

MATERIA MEDICA OMEOPATICA

Fra tutti i medicinali della materia medica omeopatica, sono stati scelti più di 100 farmaci sperimentati accuratamente.
Per favorire la pratica clinica nel primo anno, saranno trattati i medicinali di più comune prescrizione (policresti) ed alcuni rimedi omeopatici utilizzati in traumatologia.

La Materia Medica è insegnata a partire dalla natura e dall’origine dei principi attivi dei preparati omeopatici, attraverso l’ausilio di lucidi che mostrano come si alterano i vari apparati nell’essere umano, dal processo infiammatorio a quello degenerativo.

Lo studio delle fonti, delle caratteristiche del rimedio omeopatico e sue key-notes, delle diagnosi differenziali attraverso l’esposizione di casi clinici acuti e cronici, anche nel bambino e la conoscenza dell’essenza e della definizione di ogni rimedio, formano l’Omeopata che deve conoscere la Materia Medica e saper prescrivere.

Elenco di riferimento dei tre anni di corso  (TERESA)
*Aconitum, Aethusa cynapium, Allium cepa, Allium sativum, Aloe, Alumina, Anacardium orientalis, Antimonium crudum, Antimonium tartaricum, Apis, Argentum metallicum, Argentum nitricum, Arnica, Arsenicum album, Arsenicum iodatum,Aurum metallicum, Aurum muriaticum, Baryta carbonica, Barata muriatica, Barata sulphurica, Belladonna, Bellis perennis, Bryonia, Bufo, Calcarea carbonica, Calcarea phosphorica, Calcarea sulphurica, Calendula, Cannabis indica, Cantharis, Capsicum, Carbo animalis, Carbo vegetabilis, Carcinosinum, Causticum, Chamomilla, Chelidonium, China, Cicuta virosa, Cina, Cocculus, Coffea, Colchicum,  Colocynthis, Conium, Copaiva, Cuprum, Cyclamen, Digitalis, Drosera, Dulcamara, Eupatorium perfoliatum, Ferrum metallicum,  Ferrum phosphoricum, Fluoricum acidum, Gelsemium, Graphytes,  Hepar sulphur, Helleborus, Hura brasiliensis Hyoscyamus,  Hypericum, Ignatia, Iodum, Ipecachuana, Kali bichromicum, Kali carbonicum, Kali iodatum, Kalmia, i LATTI (Lac caninum, Lac vaccinum defloratum etc), Lachesis, Ledum, Luesinum, Lycopodium, Magnesia carbonica, Magnesia phosphorica, Manganum metallicum,  Medorrhinum, Mercurius, Mezereum, Natrum carbonicum, Natrum muriaticum, Natrum sulphuricum, Nitricum acidum, Nux vomica, Petroleum, Phosphoricum acidum, Phosphorus, Platina, Plumbum metallicum, Psorinum, Pulsatilla, Rhus toxicodendron, Ruta, Sanguinaria, Sepia, Silicea, Spongia tosta, Staphysagria, Stramonium, Sulphur, Symphytum, Tarentula, Theridion, Thuja, Tuberculinum, Urtica urens, Veratrum album, Veratrum viridae, Zincum.

 

REPERTORIO

Cos’è il Repertorio omeopatico. Breve storia: l’evoluzione, la struttura, le funzioni – Il repertorio di Kent ed il Synthesis – La repertorizzazione – Cross-references delle rubriche repertoriali – La pratica repertoriale: i sintomi nel paziente e i sintomi nel Repertorio – Analisi dei sintomi di casi clinici con particolare attenzione alla diagnosi differenziale tra rimedi.

 

FARMACOPRASSIA

La preparazione del rimedio omeopatico: scale di diluizione, potenze, forme farmaceutiche, somministrazione. La ricetta omeopatica. Meccanismo d’azione del rimedio omeopatico. Le triturazioni e le cinquantamillesimali (LM). Legislazione omeopatica.

 

FITO E GEMMOTERAPIA

Presentazione della materia. Patologie nervose: sindromi odontostomatologiche, otorinolaringoiatriche, respiratorie e dismetaboliche. Drenaggio biologico. Patologie digestive. Sindromi ematologiche.

Soluzione dei problemi incontrati dagli allievi.

 

COMUNICAZIONE NELLA RELAZIONE MEDICO-PAZIENTE

I principi e paradigmi della comunicazione pragmatica (scuola di Palo Alto). Il processo di comunicazione ed i diversi tipi di comunicazione. Le tecniche di comunicazione. Confronto tra il contenuto del corso ed alcuni testi dell’omeopatia. Motivare a esercitarsi e praticare.

Obiettivi: Sensibilizzare all’importanza della qualità della relazione ed alla buona comunicazione tra medico e paziente per il successo della visita e della relazione. Trasmettere i concetti essenziali della comunicazione pragmatica (scuola di Palo Alto).

 

Bibliografia

1° anno

Testi in uso:

Organon dell’arte del guarire (S. Hahnemann; Traduzione italiana dalla VI edizione

tedesca a cura di Giuseppe Riccamboni, ed. red 2002)

Lezioni di filosofia omeopatica (J.T. Kent ed red)

The Essential Synthesis (Radar – HMS)

Materia Medica Pura (S. Hahnemann; Ed. italiana a cura di Angelo Micozzi EDI-LOMBARDO 2000)

Manuale Guida ai Sintomi Chiave e di conferma (Morrison – Bruno Galeazzi Editore)

Materia Medica Omeopatica Boericke – (ed.Homeopatic Book)

Decacordi e Pentacordi – Elementi essenziali di 120 rimedi della Materia Medica Omeopatica – Salus Infirmorum www.edizionisalus.it *

Essenze psicopatologiche del rimedio – di G. Vithoulkas

Teoria e Metodologia omeopatica in Medicina Veterinaria – Sergio Canello (IPSA)

 

Testi consigliati:

Materia Medica (Kent – RED)

Materia Medica Comparata – E. Candegabe (RED)

Studies of Homeopathic Remedies – Douglas Gibson

Trattato di Farmacologia Omeopatica – Hodiamont (IPSA 1° volume)

Terapia Omeopatica Veterinaria – Issautier (Edagricole)

 

2° anno

Oltre ai testi del 1° anno :

Le Malattie Croniche (Hahnemann – ed. CEMON 2008)

La scienza dell’Omeopatia (G. Vithoulkas, edizioni libreria cortina Verona, 1986)

Un nuovo modello di salute e malattia (G. Vithoulkas, ed. libreria cortina Verona, 1990)

Quadri di Rimedi Omeopatici (Tyler – Salus Infirmorum www.edizionisalus.it )*

Omeopatia, cammino di vita (Grandgeorge- ed. Belladonna)

 

3° anno

Oltre ai testi del 1°  e 2° anno:

Materia Medica Omeopatica Sinottica 1° volume (Vermeulen – Salus Infirmorum www.edizionisalus.it)*

 

(*) Testo reperibile anche direttamente alla Salus Infirmorum www.edizionisalus.it

 

Per tutti gli altri Fabiolibri  di Fabio Douglas Scotti – via Burgo 2A – 22026 MASLIANICO (CO) www.fabiolibri.it   e.mail info@fabiolibri.it telefono 031.511069 (sarà presente  a Scuola la prima  e ultima lezione e  in altre occasioni)

 

 

Docenti

Dr.ssa Teresa Adami (Medico chirurgo, specialista in Malattie infettive, Omeopata)
Dr. Federico Allegri (Medico chirurgo, specialista in Psichiatria, Omeopata)
Dr. David Bettio (Medico veterinario, Omeopata)
Dr. Alain Calmer (consulente in gestione del cambiamento e leadership)

Dr. Ciro D’Arpa (Medico chirurgo, Omeopata)
Dr.ssa Beatrice Dedor (Medico chirurgo, Omeopata)

Dr. Carlo Lemma (Medico chirurgo, Omeopata)
Dr.ssa Cristina Marcolin (Medico veterinario, Omeopata)
Dr.ssa Isabella Mariani (Medico chirurgo, Omeopata)
Dr. ssa Albarosa Mazzi (Medico chirurgo specialista in Anestesia e Rianimazione, Omeopata)
Dr. Gennaro Muscari (Medico chirurgo, Omeopata)
Dr.ssa Raffaella Pomposelli (Medico chirurgo, Omeopata)
Dr.ssa Alessandra Romagnolo (Farmacista)
Dr. Claudio Sforzini (Medico chirurgo, specialista in Odontoiatria, Omeopata)
Dr.ssa Elena Tonini (Medico chirurgo, Omeopata)
Dr. Carlo Vercesi (Medico odontoiatra, Omeopata)

Documentazione

Iscrizione entro il 21 Ottobre 2009

Documenti necessari per l’iscrizione al 1° ANNO di Corso da spedire* o consegnare in Segreteria entro il 25/10/2009:

scheda personale elettronica compilata on line (inviata automaticamente al momento dell’iscrizione)

fotocopia del Certificato di Laurea, o certificato di iscrizione all’università.

fotocopia documento di identità.

fotocopia del tesserino di iscrizione all’Ordine

fotocopia del Codice Fiscale e Partita I.V.A.

tre fotografie formato tessera

copia effettuato bonifico di € 850,00.

* indirizzo della Scuola : Scuola di Medicina Omeopatica di Verona – via Bacilieri 1A-37139 Verona

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.