MODULI per FARMACISTI

Il farmacista oggi nella gestione competente del medicinale omeopatico

La Scuola di Medicina Omeopatica di Verona propone un ciclo d’incontri sui contenuti fondamentali della medicina omeopatica, integrandoli con insegnamenti efficaci e pratici, utili nel lavoro quotidiano.
Il corso pone il Farmacista nella condizione di saper dare risposte competenti anche in ambito omeopatico, poiché fornisce le conoscenze necessarie ad ottimizzare la consulenza che è chiamato ad offrire come il rapporto con i medici omeopati prescrittori.
Organizzati a moduli frequentabili anche parzialmente, gli insegnamenti vedranno il loro pieno compimento in due cicli annuali, ciascuno di 32 ore di lezione.

Date, orari e sede

12 pomeriggio e 13 ottobre; 15 dicembre 2013; 15 pomeriggio e 16 febbraio; 11 maggio 2014
Sabato: 14.00-19.30
Domenica: 09.00 – 17.00

Requisiti, a chi è rivolto?

I moduli sono rivolti a farmacisti e laureati in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche

ECM

Evento n . 314-85007 Ed. 1 attribuiti 16,4 Crediti ECM nelle giornate 16 febbraio e 11 maggio 2014. Per avere i Crediti ECM è obbligatoria la presenza a tutte e due le giornate.

Quote, modalità e documentazione per l'iscrizione

€ 500,00 per il corso completo comprensivo di crediti ECM 

€ 120,00 iva inclusa a domenica
€ 80,00 iva inclusa il sabato pomeriggio

Chi desidera avere i CREDITI ECM dovrà frequentare il corso completo.

Dettaglio del corso

Obiettivo del corso: far acquisire ai farmacisti insegnamenti finalizzati a rendere più efficace il consiglio al banco, anche grazie alla presentazione di casi clinici dimostrativi.

BREVE PRESENTAZIONE
L’esigenza di una maggiore e approfondita conoscenza della medicina omeopatica nell’ambito professionale del Farmacista è sentita dai Farmacisti dai Medici e dai Pazienti. La conoscenza l’etica e la competenza di ciò che quotidianamente viene gestito come medicinale a tutti gli effetti, devono essere i parametri ai quali gli operatori della salute fanno riferimento.
La Scuola di Medicina Omeopatica di Verona propone un ciclo d’incontri sui contenuti fondamentali della medicina omeopatica, integrandoli con insegnamenti efficaci e pratici, utili nella pratica quotidiana.
Il corso pone il Farmacista nella condizione di saper dare risposte competenti anche in ambito omeopatico, poiché fornisce le conoscenze necessarie ad ottimizzare il “consiglio” che è chiamato a fornire. Aiuta inoltre a perfezionare il rapporto coi medici omeopati prescrittori.
Ai farmacisti verranno impartiti insegnamenti finalizzati a rendere più efficace il consiglio a banco anche con la presentazione di casi clinici dimostrativi.

Il corso sarà articolato in 4 incontri per un totale di 32 ore formative ma ciascuna giornata (di 7 ore formative) potrà essere seguita indipendentemente dalle altre. La condizione posta è che si partecipi al seminario propedeutico del sabato pomeriggio di 5 ore formative (12 ottobre 2013 e solo se ci sarà un numero adeguato di nuovi iscritti verrà ripetuto il 15 febbraio 2014) in cui saranno trattati i principi fondamentali dell’Omeopatia, la Farmacoprassia, la Metodologia e l’uso del Repertorio in Farmacia.
Nelle 4 giornate domenicali si partirà dalla Materia Medica e dal consiglio in Farmacia.

AD ANNI ALTERNI SI AFFRONTERANNO ARGOMENTI DIFFERENTI AI QUALI IL FARMACISTA PUO’ ISCRIVERSI SINGOLARMENTE.

12 pom.- 13 tutto il giorno OTTOBRE : 1°-2° Modulo per FARMACISTI
15 DICEMBRE: 3° Modulo per FARMACISTI
15 pom. – 16 tutto il giorno FEBBRAIO: 1° Modulo (verrà ripetuto solo se ci sarà un numero adeguato di nuovi iscritti) – 4° Modulo per FARMACISTI
11 MAGGIO: 5° Modulo per FARMACISTI

ANNO 2013-2014:
“IL FARMACISTA OGGI NELLA GESTIONE COMPETENTE DEL MEDICINALE OMEOPATICO ”

Sabato 12 ottobre 2013
1° MODULO: Metodologia omeopatica

14.00-15.30
I principi e le leggi fondamentali dell’Omeopatia. Definizioni essenziali
Legge di similitudine; individualizzazione; azione del rimedio omeopatico; aggravamento, soppressione, palliazione.

15.30-17.00
Farmacoprassia e ricetta omeopatica con note di Legislazione
Preparazione del medicinale omeopatico; scale di diluizione e forme farmaceutiche. Il farmacista esperto in Omeopatia: ruolo e competenze.

17.30-18.30
Uso del Repertorio in Farmacia: caratteristiche e criteri
Illustrazione del Repertorio: Rubriche, struttura, linguaggio…

18.30-19.30
Omeopatia col rimedio unico: distinzione tra le “omeoterapie”
Differenziazione tra i diversi metodi che utilizzano i rimedi in diluizione: Unicismo, Pluralismo, Complessismo; Isopatia, Nosodi, Organoterapia, Medicina Antroposofica, Omotossicologia, Sali di Schüssler, Gemmoterapia, Oligoterapia catalitica, Litoterapia dechelatrice, Floriterapia.


Domenica 13 ottobre 2013
2° MODULO: Metodologia applicata e Materia Medica 1

9.00-10.00
Uso del Repertorio in Farmacia: ipotesi applicative
I sintomi gerarchici e le Rubriche più utili in Farmacia. Esperienze a banco e prove pratiche di ricerca dei sintomi.

10.00-11.00
Interrogatorio e gestione del caso acuto in Farmacia
Possibilità e limiti dell’omeopatia in farmacia. Criteri da seguire. I cd vaccini omeopatici e la prevenzione.

11.15-13.15
Le malattie dell’apparato otorinolaringoiatrico.
Le richieste affrontabili in farmacia, i rimedi più spesso indicati. Criteri per il loro impiego

14.15-17.00
Le malattie dell’apparato digerente 1
Nausea, vomito, cinetosi, dispepsia.Le richieste più frequenti in farmacia, i rimedi più spesso indicati;
criteri per il loro impiego


Domenica 15 dicembre 2013
3° MODULO: Metodologia applicata e Materia Medica 2

9.00-11.00
Interrogatorio e gestione del caso acuto in Farmacia
Interrogatorio nelle patologie acute, scelta della dinamizzazione, della dose e criteri di ripetizione del rimedio. Range di potenze gestibili dal farmacista nel consiglio a banco

11.15-13.15
Insonnia, ansia, e disturbi di anticipazione.
I rimedi più spesso utilizzati. Criteri e indicazioni al loro impiego.

14.15-17.00
La febbre e le sindromi influenzali.
I rimedi più spesso indicati; criteri per il loro impiego

Sabato 15 febbraio 2014
Il 1° MODULO si ripete solo se ci sarà un numero adeguato di nuovi iscritti:  Metodologia omeopatica

14.00-15.30
I principi e le leggi fondamentali dell’Omeopatia. Definizioni essenziali
Legge di similitudine; individualizzazione; azione del rimedio omeopatico; aggravamento, soppressione, palliazione.

15.30-17.00
Farmacoprassia e ricetta omeopatica con note di Legislazione
Preparazione del medicinale omeopatico; scale di diluizione e forme farmaceutiche. Il farmacista esperto in Omeopatia: ruolo e competenze.

17.30-18.30
Uso del Repertorio in Farmacia: caratteristiche e criteri
Illustrazione del Repertorio: Rubriche, struttura, linguaggio…

18.30-19.30
Omeopatia col rimedio unico: distinzione tra le “omeoterapie”
Differenziazione tra i diversi metodi che utilizzano i rimedi in diluizione: Unicismo, Pluralismo, Complessismo; Isopatia, Nosodi, Organoterapia, Medicina Antroposofica, Omotossicologia, Sali di Schüssler, Gemmoterapia, Oligoterapia catalitica, Litoterapia dechelatrice, Floriterapia.


Domenica 16 febbraio 2014

4° MODULO: Metodologia applicata e Materia Medica 3

9.00-10.00
Uso del Repertorio in Farmacia: ipotesi applicative
I sintomi gerarchici e le Rubriche più utili in Farmacia; esperienze a banco e prove pratiche di ricerca dei sintomi.

10.00-11.00
Interrogatorio e gestione del caso acuto in Farmacia
Valutazione della risposta terapeutica. Reazione alla prima somministrazione
L’Aggravamento (Lezione 34^ di Kent…).

11.15-13.15
Le malattie del cavo orale: stomatiti, gengiviti, alitosi, paradontosi.
Le richieste più frequenti in farmacia, i rimedi più spesso indicati; criteri per il loro impiego

14.15-17.00
L’asma e le congiuntiviti allergiche.
Le richieste più frequenti in farmacia, i rimedi più spesso indicati; criteri per il loro impiego

Domenica 11 maggio 2014
5° MODULO: Metodologia applicata e Materia Medica 4

9.00-11.00
Il caso acuto e il caso cronico: cura, soppressione e margini d’intervento
La valutazione del caso: acuto sporadico o esacerbazione del cronico?…
Il concetto di soppressione.

11.15-13.15
Gravidanza e periodo gestazionale
Vantaggi e limiti della terapia omeopatica. Criteri e indicazioni dei rimedi più utilizzabili.

14.15-16.30

I disturbi dell’età pediatrica 1
Disturbi della dentizione, del sonno, coliche del lattante. Le richieste più frequenti in farmacia, i rimedi più spesso indicati. Criteri per il loro impiego.

16.30-17.00
Aggiornamenti e riflessioni di fine corso.
Discussione.
Scheda di feedback e conclusioni.

 

Docenti:

Dott. Federico Allegri
Dott.ssa Maria Cristina Andreotti
Dott.ssa Benedetta Busticchi
Dott.ssa Renata Calieri
Dott.ssa Mariella Cordella
Dott.ssa Beatrice Dedor
Dott. Carlo Lemma
Dott.ssa Beatrice Lo Cicero
Dott.ssa Cristina Marcolin
Dott. Gennaro Muscari
Dott. Claudio Sforzini
Dott. Carlo Vercesi
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.