Caso Acuto: Febbre T 40.6°C da 48 ore.

A di 17 anni, il giorno precedente mentre viaggiava in auto ha avuto urgenza di evacuare tanto che il papà ha dovuto fermarsi in autostrada. Dopo qualche ora brividi e T 40°C. Dolori alle ossa , alle gambe, al bacino ma soprattutto irrigidimento cervicale, grande debolezza: il ragazzo voleva stare sdraiato su un fianco, indifferentemente destro o sinistro. Era molto lamentoso, aveva paura di restare da solo, ha dormito la notte con la mamma. Alle 10.30 del giorno successivo, sono chiamata quando la  T è di 40°C e lo visito.

A. è confuso nelle risposte ai quesiti che pongo, lamenta dolori dappertutto e ad ogni movimento. Presenta dolore all’arcata dentale, soprattutto durante e dopo aver mangiato, sete e appetito assenti, desidera la compagnia,  ha necessità di coprirsi perché ha i brividi, la lingua è bianca , la gola e le tonsille sono arrossate.

Prescrivo FERRUM PHOSPHORICUM 200 CH, MONODOSE: sciolta in acqua e sorseggiata. A. alle 13.00 presenta una  T di 38 °C, alle 18.00 la T è di 37,5°C, alle 20.30 la T è risalita a 39,3°C

Prescrivo FERRUM PHOSPHORICUM MILLE K, MONODOSE: il mattino successivo A. è sfebbrato ed è spuntato un dente del giudizio nell’arcata superiore destra. Riprese le normali funzioni fisiologiche, lucido, parte per gli USA dopo 3 giorni.

Dr. Raffaella Pomposelli

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.