Comunicato stampa UMNCV

UMNCV – Via Roma 16/F – 40061 Minerbio (BO) www.umncv.it

COMUNICATO UMNCV  – OMEOPATIA VETERINARIA
Le MNC sono ampiamente diffuse ed utilizzate  in Europa per la profilassi e la cura degli animali domestici, con particolare riferimento agli allevamenti di tipo biologico, a garanzia di salubrità e sicurezza alimentare; esse sono regolamentate all’interno dei piani di sviluppo.

In Italia l’utilizzo dell’Omeopatia per la cura e profilassi in veterinaria è un atto medico regolamentato sul piano deontologico dalla FNOVI (Art 30) e sul piano normativo per ciò che riguarda il farmaco omeopatico veterinario (legge 193  6/4/2006), recepito ed integrato per quanto riguarda  le normative comunitarie per le produzioni relative alla zootecnia biologica (Direttiva Comunitaria 834/2007).

I tentativi ripetuti di screditare l’Omeopatia che regolarmente si susseguono da una parte della comunità scientifica appaiono in contrasto e controtendenza con ciò a cui si assiste nella realtà.

Le motivazioni su cui si fondano certe dichiarazioni che negano il diritto alla scientificità dell’Omeopatia peccano regolarmente di inesattezza (vedi doc ECH-LMHI- Comitato di Consenso e Coordinamento per le MNC in Italia) ma di questo la stampa non sempre si occupa  con lo stesso vigore e senza offrire lo stesso spazio che viene dedicato alle  dichiarazioni che gettano discredito sulla pratica dell’Omeopatia .

Questa Medicina prosegue nel suo cammino nonostante due secoli di oscurantismo scientifico e tutti i tentativi regolarmente fatti per affossare tale conoscenza.

L’utilizzo dell’Omeopatia Veterinaria, oltre ad apportare un contributo fondamentale alla salute umana (assenza di residui nei prodotti di origine animale, impatto ambientale nullo, abbattimento dei costi), è anche uno strumento di arricchimento per il Medico Veterinario pratico che la utilizza quale integrazione diagnostica e terapeutica a sua disposizione per la cura degli animali.

Diverse ricerche di base  e studi clinici ritenuti adeguati a verificare le basi scientifiche dell’Omeopatia mostrano quanto sia necessario incrementare la ricerca in questo campo, alla luce delle conoscenze acquisite e delle potenzialità rilevanti che essa dimostra.
Bologna 28 Novembre 2007
Delegati UMNCV: Dr. A. Battigelli – Dr. A. Brancalion – Dr.ssa C. De Benedictis

Le Medicine Non Convenzionali vengono utilizzate in Europa da milioni di cittadini fornendo un contributo non trascurabile alla cura della salute pubblica e privata nell’Unione Europea, tanto che il Parlamento Europeo ha inserito un paragrafo concernente le Medicine Non Convenzionali nel Settimo Programma Quadro per la Ricerca e lo Sviluppo.
E’ stato pubblicato un sufficiente numero di studi e relazioni sulla sicurezza, efficacia e sostenibilità economica delle MNC, come, per esempio, lo Health Technology Report composto su commissione del governo svizzero, e la pubblicazione, edita in base a tale committenza che giustifica e addirittura stimola una considerazione delle MNC nell’UE, proprio da questi punti di vista.
Nonostante ciò, periodicamente riaffiorano gli attacchi nei confronti della medicina omeopatica, più o meno documentati.
Quest’ultimo pubblicato su Lancet del 17 novembre innanzi tutto non si riferisce a un nuovo studio scientifico, ma riporta le considerazioni elaborate dal giornalista Ben Goldacre riguardo a dati già ben conosciuti.
Esso peraltro contiene una serie di inesattezze e incongruenze facilmente rilevabili, come più ampiamente documentato nella replica firmata dal European Committee for Homeopathy (ECH) e dalla Lega Mondiale dei  Medici Omeopati (LMHI), le due Associazioni internazionali che raggruppano gli omeopati europei e mondiali e a cui invitiamo a fare riferimento.
Vogliamo solo sottolineare come tutto poggi sulla presunta implausibilità dell’omeopatia, cioè sull’impossibilità di un’azione biologica di soluzioni ottenute da sostanze ultradiluite.
In realtà la ricerca di base ha fatto molti passi avanti e una recente revisione sistematica, pubblicata nel 2007, ha dimostrato, analizzando vari tipi di modelli di studio, l’attività delle diluizioni ultramolecolari.
E per questo genere di studi finalmente noi italiani non abbiamo nemmeno bisogno di andare all’estero per trovare l’eccellenza, perché, per esempio, proprio all’Università di Bologna da anni si conducono con successo studi su modelli vegetali, certamente non inficiati da effetto placebo.
Di non minore importanza sono gli studi condotti da almeno 20 anni presso l’Università di Napoli sulla temodinamica delle soluzioni ultradiluite.
Questi sono ricercatori che, trovandosi davanti a fenomeni che non riescono a spiegarsi alle luce delle conoscenze attuali, cercano spiegazioni in meccanismi diversi, dimostrandosi così portatori del vero spirito scientifico.

COMITATO

Associazione “Asclepieion” per lo studio delle neuroscienze e le terapie integrate in psichiatria, Bologna
Associazione di Medicine Complementari del Friuli Venezia Giulia, “Belenos”, Bagnaria Arsa (UD)
Associazione Italiana di Omeopatia di Risonanza, AIOR, Piacenza
Associazione Italiana Pazienti della Medicina Antroposofica, AIPMA, Milano
Associazione Medicina e Complessità, AMeC, Trieste
Associazione Medica Italiana di Omotossicologia, AIOT, Milano
Associazione “Lycopodium Homeopathia Europea”- Scuola di Omeopatia Classica “Mario Garlasco”, Firenze
Associazione Nazionale Medici Fitoterapeuti, ANMFIT, Empoli
Associazione Pazienti Ayurvedici “Atah”, Bologna
Associzione Pazienti Omeopatici OMEOPA, Rimini
Associazione di Ricerche e Studi per la Medicina Antroposofica, AReSMA, Milano
Federazione Italiana delle Associazioni e dei Medici Omeopati, FIAMO, Terni
Federazione Italiana delle Società di Agopuntura, FISA, Bologna
Homoeopathia Europea-Internationalis, HEI, Bruxelles
Liga Medicorum Homoeopathica Internationalis, LMHI, Sezione Italiana, Macerata
Nobile Collegio Omeopatico, NCO, Roma
Società Italiana di Farmacoterapia Cinese e Tradizionale, SIFCeT, Roma
Società Italiana di Medicina Antroposofica, SIMA, Milano
Società Italiana di Medicina Integrata, SIMI, Bettona (PG)
Società Italiana di Medicina Omeopatica, SIMO, Palermo
Società Italiana di Omotossicologia e Omeopatia, SIOOM, Carsoli (Aq)
Società Scientifica Italiana di Medicina Ayurvedica, SSIMA, Milano
Unione di Medicina Non Convenzionale Veterinaria, UMNCV, Bologna

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.