Sanita’: 60% medici dice si’ a corsi universitari su medicine non convenzionali


Fonte: Adnkronos Salute del: 12 12 2007

– Aprire sempre di più le porte delle università italiane alla medicina non convenzionale. A chiederlo sono i medici italiani, almeno 6 su 10, favorevoli all’insegnamento, negli atenei, delle cosiddette ‘terapie alternative’. Tra queste, l’omeopatia, l’agopuntura, la chiropratica, la medicina ayurvedica, la medicina tradizionale cinese, la laserterapia. E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato fra i camici bianchi da ‘Quotivadis’, quotidiano online di informazione medico-scientifica di Univadis. Tra i medici che hanno risposto “sì” all’insegnamento della medicina alternativa, il 38% si è detto favorevole all’introduzione di questa materia “durante il corso di laurea”, mentre per il 23% dovrebbe essere “una specializzazione”. Contrario all’insegnamento delle medicine non convenzionali è invece il 37% dei camici bianchi. Il 2% dei medici ha infine preferito non esprimere un giudizio, rispondendo con un laconico “non saprei”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.