Convegno con Fritjof Capra: “Omeopatia: Medicina della complessità dell’ Uomo e del Vivente”

Fritjof Capra ritorna per la SECONDA volta alla Scuola di Medicina Omeopatica di Verona

La particolarità di questo Convegno è il significato di apprendere in itinere. 
Il convegno è aperto ad ogni partecipante che si voglia mettere in gioco nel condividere la sua esperienza, la sua competenza ed i suoi dubbi. Siamo certi che dalla condivisione possa emergere un nuovo “Sapere” utile a ciascun medico omeopata e non omeopata ad ogni studioso delle Scienze della Complessità e ad ogni singolo paziente.

Date, orari e sede

da lunedì 24 ottobre a venerdì 28 ottobre 2011

LUNEDI’, MARTEDI’, MERCOLEDI’
mattina 9,00 – 13,00
pomeriggio 15,00 - 19,00
GIOVEDI’, VENERDI’ :
mattina 9,00 – 13,00
pomeriggio 15,00-19,00

Quote, modalità e documentazione per l'iscrizione

Iscrizione entro il 19 OTTOBRE 2011


– 
€ 240,00 per tutti e 5 giorni

– € 220,00 per i SOCI della FIAMO e della LIGA

– € 96,00 a giornata di Simposio e di workshop

Per gli studenti della scuola 

– € 150,00 per tutti i 5 giorni

– € 50,00 a giornata di Simposio e di workshop

I prezzi si intendono I.V.A. inclusa

Dettaglio del corso

Lunedì 24 ottobre 2011

RIVISITAZIONE ED AMPLIAMENTO DEI MODELLI FISIOPATOLOGICI IN MEDICINA

Nelle attuali Scienze della Complessità  tende ad esservi una visione unitaria che comprende Fisica e Biologia. Ogni giorno di più  si inizia a sentire la necessità di utilizzare  modelli sistemici da applicare in Medicina.

Analizzeremo lo stato dell’arte dei modelli: quali sono le connessioni consolidate e quali gli  anelli mancanti. Quali i vantaggi e quali le difficoltà di questo sviluppo.

Chairman: Paolo Bellavite

9.00-9.30  Saluti e introduzione :  Raffaella Pomposelli

9.30-10.30 L’acqua: un sistema complesso. Nuove proprietà chimico-fisiche dell’acqua sottoposta a perturbazioni  di natura meccanica ed elettromagnetica. Vittorio Elia

11.00-12.00 Imprinting dell’acqua con bio-frequenze. Claudio Cardella

12.00-13.00 Sviluppi e ampliamenti della Genetica e della Biologia per una operatività urgente. Ernesto Burgio

15.00-16.00 Descrizione dei modelli omeopatici di Sistema/Malattia e di “forza vitale” nei termini attuali delle scienze.Ciro D’Arpa

16.00-17.00 Dinamizzazione e specificita’ in omeopatia: da Hahnemann agli studi sul DNA dinamizzato e diluito .”  Andrea Valeri

17.00-18.00 Fisica e Biologia: metabolismo e biofisica. Fritjof Capra

18,00 interventi e domande

Martedì 25 ottobre 2011

RIVISITAZIONE DEI CONCETTI DI MENTE E CORPO

Il concetto corrente di “psicosomatica” è l’espressione di un modello diviso mente-corpo, che deve essere riletto alla luce delle Scienze della Complessità.

Ogni vivente nasce unico e si sviluppa poi in mente e corpo, le quali mantengono sempre una identica radice, in accoppiamento unico con l’ambiente.

Hahnemann aveva pienamente utilizzato questa conoscenza nel suo modello sulla “forza vitale” e sull’origine delle malattie.

Analizzeremo lo stato dell’arte dei modelli che superano lo schema biomedico cartesiano, di cui attualmente dispongono le Scienze cognitive, le Scienze umane e ambientali e gli Studi sulla Coscienza

Chairman: Alessandro Bertirotti

9.00-10.00 Interazioni di campo nella regolazione biologica. Ernesto Burgio

10.00-11.00 La storia di Sara. Lia Iacoponelli 

11.30-12.30 Unita’ del sistema corpo-mente dell’homo sapiens sapiens: modelli di interazione dinamica a confronto. Fiorella Cerami

15.00-16.00 Nuove vie per la reintegrazione dei  saperi: l’uomo, la vita, il cosmo. Gianluca Bocchi

16.00-17.00 Consapevolezza, mente, “io”. Avasa Bodhi

17.00-18.00  “Forza vitale”, “soffio vitale”, mente e unità del vivente. Fritjof Capra

18.00  interventi e domande

 

Mercoledì 26 ottobre 2011

PROCEDURE E MODELLI OMEOPATICI IN MEDICINA

La pratica dell’omeopatia è un sorprendente ed efficace approccio per cercare la guarigione e

fornisce un contributo alla terapia delle malattie croniche degli individui.

Hahnemann descrive la malattia come fenomeno complesso e la spiega in termini di complessità sotto diversi punti di vista. Ad esempio, come “riflesso del male della forza vitale”.

Oggi le descrizioni e le spiegazioni di Hahnemann si possono decodificare sotto forma di modelli scientifici verificabili.

Chairmen: Lucia Gasparini, Maurizio Cannarozzo

 

9.00-9.30  Modelli di patologie croniche come perturbazioni sistemiche e dinamiche della forza vitale. Paolo Bellavite

9.30-10.30 Caso clinico tipico di paziente cronico con cancro: decodifica della procedura, del metodo e dei modelli adoperati.Dario Spinedi, Ciro D’Arpa

11.00-12.00  Cognition Based Medicine (C.B.M.): una nuova metodologia scientifica per il case-report omeopatico. Francesco Marino

12.00-13.00 Modello di salute e malattia secondo Hahnemann, Organon VI ed. Giuseppe Fagone,  Elena Tonini (Discussant)

15.00-16.00 Il modello omeopatico delle “malattie croniche” di Hahnemann.  Dibattito e contraddittorio. Paolo Benedetti, Ciro D’Arpa

16.00-17.00 Si può guarire un sistema? Maurizio Trionfi

17.00-18.00 Quali  termini per un modello sistemico dell’Omeopatia? Fritjof Capra

18.00 interventi e domande

 

Giovedì 27 e Venerdì 28 ottobre 2011

WORKSHOP : DEFINIZIONI OPERATIVE DI MODELLI IN OMEOPATIA ED IN MEDICINA

Obiettivi previsti:

→  Definire e descrivere in termini attuali il  modello di Sistema/Malattia e di “forza vitale” in Omeopatia ed in Medicina.

→ Definire e descrivere in termini attuali il  modello omeopatico delle malattie croniche

→  Possibilità di sviluppo tecnico (e informatico) dei modelli omeopatici.

Gli obiettivi del Workshop sono suscettibili di modifica in relazione alle linee di sviluppo emerse dalla discussione comune nei primi tre giorni.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.