Stop agli omeopati improvvisati.

Sentenza della Cassazione


Fonte: Adnkronos del: 06 09 2007

Stop agli omeopati improvvisati. Lo intima la Cassazione che in una sentenza della Sesta sezione penale ricorda che “anche se i rimedi omeopatici non sono riconosciuti dallo Stato” devono comunque essere prescritti da chi e’ medico. Diversamente, chiunque prescriva medicinali omeopatici senza essere in possesso del titolo di medico va incontro ad una sicura condanna penale per esercizio abusivo della professione medica (reato previsto dall’art. 348 c.p.), anche se i pazienti sono consapevoli che la persona a cui si sono affidati non ha conseguito alcuna laurea in medicina.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.