La Scuola di Medicina Omeopatica di Verona dispone di locali adeguati che permettono l’insegnamento frontale in ottemperanza dell’ultimo DPCM relativo alle misure di contenimento Covid-19. Modalità di accesso alla scuola: si ricordano a tutti gli obblighi vigenti dettati dalla normativa anti pandemica, quali l’uso degli igienizzanti e della mascherina. Prima dell’ingresso a Scuola verrà misurata la temperatura corporea.

LE BASI FISIOPATOLOGICHE DELL’OMEO-PATOLOGIA- Relatore prof. Paolo Bellavite – Verona, sabato 18 dicembre 2021

L'Omeo Patologia

Sabato 18 dicembre (ore 9-12,30) presso la Scuola di Medicina Omeopatica di Verona il prof. Paolo Bellavite terrà la seconda lezione del ciclo triennale di Fisiopatologia Omeopatica, corso teso ad illustrare la natura profondamente omeopatica delle leggi che regolano la Fisiologia umana e la Patologia Generale.

Argomento della lezione di quest’anno è l’Omeo Patologia.

Richiamati i concetti illustrati nella precedente lezione sull’Omeo Fisiologia, rendendo così comprensibile la partecipazione anche a chi non ha assistito al primo incontro, il prof. Bellavite affronterà quello che si può considerare come il punto focale di tutta la medicina scientifica e della pratica medica: quando e come una perturbazione dell’omeo dinamica – dovuta a fattori interni o esterni – può dirsi “patologia”?

La questione è sempre stata criticamente discussa in diverse tradizioni mediche ed è di fondamentale importanza per il procedere medico.

Infatti, se una modifica dello stato stazionario è “normale”, il medico non deve fare nulla e lasciar fare alla natura “medicatrix”, mentre se si può dimostrare che la modifica è insufficiente, eccessiva o distorta rispetto alle necessità, ecco che si deve intervenire per correggere ciò che la natura non sa fare da sola.

Un errore di giudizio su questo punto – ad esempio considerare come patologiche delle normali reazioni infiammatorie o come normali delle patologie poco appariscenti – può avere conseguenze deleterie sulla scelta degli interventi e in ultimo sulla cura del malato.

Il docente, già professore universitario di Patologia Generale, portatore pertanto di una speciale competenza su tali argomenti, si soffermerà sul significato della concezione hahnemanniana di malattia, da non considerare come un quid (materia peccans) separato dall’organismo vivente e dal principio dinamico che lo vivifica (Organon par. 16) e svilupperà i modelli già presentati nella prima lezione del ciclo applicandoli ai sistemi lontani dall’equilibrio.

Presenterà brevemente i fattori patogeni genetici e ambientali e le lesioni e le reazioni del sistema vivente che possono configurare patologie “acute” e “croniche”, legate a dinamiche fondamentalmente diverse e che vanno capite nella loro natura.

Prendendo spunto dall’attualità, illustrerà anche i principali meccanismi di patologia CoViD-19 e le possibili ragioni di una sua cronicizzazione.

Ampio spazio sarà dato alle domande ed alla discussione.

Continua così la rivisitazione, in prospettiva scientifica e razionale, del Principio di Similitudine, il principale, se non l’unico, metodo per muoversi nel campo della Complessità in Medicina e per riuscire a stimolare i processi di auto guarigione.

La lezione è parte integrante del Corso Triennale in Medicina Omeopatica della Scuola di Medicina Omeopatica di Verona e del suo Corso di Perfezionamento.

Date, orari e sede

Sabato 18 dicembre 2021
Mattina: 09.00 -13.00;

Scuola di Medicina Omeopatica di Verona
Vicolo Dietro Santi Apostoli 2
37121 Verona

Il Seminario potrà anche essere seguito online (piattaforma Zoom)

A chi è rivolto

A tutti

Quote, modalità e documentazione per l'iscrizione

–  € 50,00 (iva compresa)

Documentazione

Si ringraziano per la collaborazione: Ce.M.O.N S.r.l. – PLOSE Acqua Minerale

 

 

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.