La Scuola di Medicina Omeopatica di Verona dispone di locali adeguati che permettono l’insegnamento frontale in ottemperanza dell’ultimo DPCM relativo alle misure di contenimento Covid-19.

Seminario “Il concetto di Tema in Medicina Omeopatica. Opportunità e utilizzi nella pratica clinica quotidiana”. dott. Massimo Mangialavori e dott. Roberto Petrucci – Verona, sabato 30 e domenica 31 ottobre 2021

Relatori: dottor Massimo Mangialavori e il Dott. Roberto Petrucci

Nella prassi omeopatica è diventato comune parlare di ‘Tema’, tanto nell’illustrazione di casi clinici che nel descrivere l’azione di un rimedio.
Per Tema i dizionari intendono una formula che propone o riassume schematicamente le fondamentali linee di sviluppo di un discorso più ampio (il tema di una lezione, …).
In musica, disciplina tante volte chiarificatrice, il tema è una “frase melodica con ruolo strutturale nello sviluppo di un brano”, “l’unità ritmico-melodica suscettibile di sviluppi e variazioni”.
Con analoghe funzioni è stato introdotto in Medicina Omeopatica dal maestro argentino Alfonso Masi Elizalde e come tale è stato ripreso in Italia, in Europa e da altri autori argentini, per diventare poi di uso corrente in tutto il mondo omeopatico.
Se ciò è indice della forza del concetto e della sua necessità, diverse sono però le accezioni con cui viene usato, spaziando da un equivalente di ‘sintomo’, da un corollario a completamento del quadro clinico, a qualcosa di strutturante e definitorio dello stesso, o ancora a un procedimento repertoriale.
Il tutto, ovviamente, inserito in specifici e variegati contesti metodologici.
Va da sé che ciò ha comportato e comporta una molteplicità di significati e di differenti utilizzi nella pratica clinica e quindi nel confronto tra colleghi, con la necessità di volta in volta di rivedere il senso e il contesto affidato alla parola. Il rischio di una babele di accezioni proporzionale all’inflazione che se ne sta facendo e che finisce col rendere più vago, generico ed autoreferenziale il confronto clinico e metodologico.
Paradossalmente, perché la pregnanza del concetto è molto forte come la necessità e l’utilità del suo impiego in Medicina Omeopatica.

La Scuola di Medicina Omeopatica di Verona, riconoscendo la necessità dei percorsi che con tanti rivoli attraversano il mondo omeopatico e che hanno portato a questo come ad altri salti della nostra epistemologia, propone un seminario di confronto e riflessione su questo argomento, divenuto di così grande utilizzo ed importanza clinica.
Lo facciamo invitando a parlarne due tra i massimi omeopati viventi, in ordine alfabetico i dottori Massimo Mangialavori e Roberto Petrucci, diversi in più aspetti clinici e metodologici, ma accomunati da una costante ricerca di aggiornare e fare dialogare i portentosi fondamenti della Legge di Similitudine con le conquiste della contemporaneità in ambito scientifico e terapeutico.
Li ringraziamo davvero per avere accettato l’invito.
Il seminario vedrà, dopo una presentazione dei relatori e del seminario e un’introduzione storica al tema da parte del dottor Allegri, direttore della Scuola, la mattinata di sabato a disposizione del dottor Mangialavori per illustrare come è arrivato ad usare i “Temi” nella pratica terapeutica che ha sviluppato, che vantaggi ne ha ricavato, in termini di risultati clinici e di comprensione del paziente, quali le loro indicazioni, quali i rischi che comportano, considerazioni tutte sostenute con esempi e casistica clinica.
Stessa cosa farà il dottor Petrucci nel pomeriggio della giornata di sabato 27 marzo.
La mattinata di domenica sarà utilizzata per un confronto col pubblico partecipante e tra i relatori su quanto esposto ed emerso nella giornata precedente, anche con esperienze di lavoro di gruppo. Un tipo di impegno quindi realmente ‘seminariale’.
Domande preordinate accompagneranno e sosterranno la discussione.

Date, orari e sede

Sabato 30 e domenica 31 ottobre 2021
Orari:
Sabato 9.00 – 13.30; 14.30-18.30
Domenica 9.00 – 13.45

ECM

Evento ECM n. 314-311133 ed.1: attribuiti 11 crediti per tutte le professioni.

Quote, modalità e documentazione per l'iscrizione

Costi:

€ 250,00

– € 200,00 per i Soci FIAMO, LIGA e SIMO.

– € 130,00 per gli allievi iscritti alla Scuola di Verona

I prezzi si intendono I.V.A. inclusa. Il Seminario è a numero chiuso.

Iscrizione: direttamente da questo sito registrandosi e inviando la propria iscrizione al Seminario.

La segreteria invierà la risposta con la successiva modalità di pagamento.

L’iscrizione è da considerarsi valida solo dopo aver effettuato il bonifico e aver inviato la contabile per mail o via fax alla Segreteria (045.803.09.26).

Per informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione contattate la Segreteria della Scuola di Medicina Omeopatica di Verona info@omeopatia.org – tel. 045.8030926 – 329.4744580 

È previsto uno sconto del 30% ai colleghi che nei primi sei mesi dell’anno abbiano partecipato a seminari dei dottori Mangialavori o Petrucci.

Documentazione

PROGRAMMA

Sabato 30 ottobre 2021

9.00 Registrazione Partecipanti
9.15 Presentazione del Corso.
9.30 – 10.00 Introduzione storica. Dott. Federico Allegri.
10.00 – 11.00 Il concetto di TEMA secondo il Metodo della Complessità in Medicina Omeopatica. Riflessioni. Dott. Massimo Mangialavori
Approfondimento su: la semeiotica del segno clinico, del sintomo, del “sintomo omeopatico”
11.00 – 11.15 Break
11.15 – 13.30 Il concetto di TEMA secondo il Metodo della Complessità in Medicina Omeopatica. Riflessioni. Dott. Massimo Mangialavori

  • Cosa distingue un tema da una sindrome e da una più precisa entità nosologica.
  • Le difficoltà di definizioni linguistiche, di lessico medico e concettuali.
  • L’applicazione pratica del concetto di tema nello studio dei rimedi e nella diagnosi omeopatica.
  • I concetti di temi: fondante, caratteristico e organizzazione coerente di sintomi.

13.30 – 14.30 Pausa pranzo
14.30- 16.30 Il concetto di TEMA secondo il Metodo della Complessità in Medicina Omeopatica. Riflessioni. Dott. Roberto Petrucci
Applicazione dei Temi a seconda delle informazioni fornite dal paziente:

  • linguaggio del paziente chiaro e coerente;
  • linguaggio generico: come integrarlo.

16.30 – 16:45 Break
16.45- 18.30 Il concetto di TEMA secondo il Metodo della Complessità in Medicina Omeopatica. Riflessioni. Dott. Roberto Petrucci
Evento depressivo: saranno analizzati i temi emersi durante la visita e la diagnosi differenziale su piani differenti con altri possibili rimedi, sottogruppi e gruppi.

Domenica 31 ottobre 2021

 9.00 – 11.00 Discussione, laboratori esperienziali, confronto tra i relatori
11.00 – 11.15 Break
11.15- 13.00 Discussione, laboratori esperienziali, confronto tra i relatori
13.00- 13.30 Conclusioni e chiusura dei lavori
13.30 – 13.45 Compilazione test ECM

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.